Stare a contatto con la natura ha effetti benefici su ansia e depressione

 

Diverse ricerche dimostrano che stare a contatto con la natura più volte durante la settimana ha un effetto benefico sulla nostra salute mentale. Di seguito un articolo inerente un interessante ricerca sul tema.

 

 

Stare a contatto con la natura ha effetti benefici su ansia e depressione

 

 

 

   

 

È stato dimostrato che le persone che visitano i parchi per 30 o più minuti ogni settimana hanno una probabilità minore di sviluppare problemi di salute-mentale rispetto a quelli che non lo fanno.

I ricercatori dell'Università di Queensland (UQ) suggeriscono infatti che le persone potrebbero aver bisogno di una minimo e sana "dose di natura" settimanale.

Secondo il Dr. Danielle Shanahan stare nei parchi in mezzo al verde offre grandi  benefici per la salute, tra cui ad esempio la riduzione dei rischi di sviluppare malattie cardiache, stress, ansia o depressione.

"Se tutti  visitassero i loro parchi locali per almeno mezz'ora ogni settimana ci sarebbero meno casi di depressione e minori problematiche legate all’ alta pressione del sangue" ci dice uno dei ricercatori.

Dato che i costi della sanità sono altissimi, il risparmio potrebbe essere significativo.

Il Professore associato Richard Fuller ha aggiunto che questo nuovo studio potrebbe trasformare il modo in cui le persone vedono e vivono i parchi urbani.

Sappiamo già che visitare i parchi ha un effetto benefico sulla nostra salute ma grazie a questa ricerca  possiamo capire esattamente quanto tempo minimo serve stare nella natura per avere i risultati attesi. C’è bisogno di visite regolari di almeno mezz’ora per poter arrivare a vedere qualche riscontro. Ci deve essere una costanza.

I bambini in modo particolare potrebbero ricevere grandi benefici se trascorressero più tempo all'aria aperta. Shanahan ha detto "I bambini che crescono sperimentando ambienti naturali ne possono beneficiare evolutivamente per la loro crescita”.

 

 

Per qualunque dubbio o chiarimento potete scrivermi nella sezione CONTATTI. A presto cari lettori.